Psicobiscotto

Nei primissimi anni Novanta il Mulino Bianco era in crisi come immagine nei confronti dei consumatori: nessuno sopportava più la famiglia felice che fa colazione tutta assieme, che ride e che aggiusta le biciclette in cortile. La pubblicità era curata dall'Armando Testa. Così viene commissionata all'Università del Progetto, una giovane scuola di comunicazione con annesso studio pubblicitario, una ricerca per trovare strade alternative. Dopo un anno di lavoro l'Università del Progetto presenta davanti a tutto lo staff della Barilla, famiglia compresa, il progetto Mulino Stanco: un librone diviso in otto capitoli, gradualmente sempre più drastici, per rinnovare l'immagine della nota marca di biscotti e merendine. L'ultimo di questi capitoli, l'ottavo, era curato da Michele Cogo assieme ad altri giovani pubblicitari (Marco Menozzi e Manuela Draghetti). Era il capitolo nel quale si abbandonava del tutto il marchio Mulino Bianco e si passava alla creazione di altre marche di biscotti, basandosi sull'idea che ognuno fa colazione a proprio modo. Il progetto si chiamava psicobiscotto, nel senso che le cinque linee di prodotti erano ispirati ad altrettanti profili psicologici: l'igenista, l'uomo duro, il tecnologico, il culturale e il modaiolo.
A distanza di quindici anni è interessante osservare in questa prospettiva la nascita di una nuova serie di prodotti della Barilla come Alixir. È evidente che le ricerche son come il maiale.


   L'IGENISTA
Per chi vuol essere certo che la propria prima colazione sia esente da contaminazioni di qualsiasi tipo: biscotti in blister, marmella in tubetto, dosatore di yougurt.

a_i5
a_i1a_i3


   L'UOMO DURO
Per gente con pochi fronzol, prodotti come il tronchetto di cioccolato o i biscotti in cartuccia metallica.



a_d8
a_d7
a_d2


   IL TECNOLOGICO
Biscotti con confezione a caduta gravitazionale, bevanda all'aroma di cedro, biscotti con doppio coefficiente igroscopico.


a_t7
a_t2a_t6


  IL CULTURALE

  Prodotti basati sull'idea della citazione, che tanto piace alle persone che studiano: i biscotti di Andy Wahrol
  e il preparato in polvere per il Cioccolatte, del quale si parla ne "Il giorno e le odi" di Giuseppe Parini.


a_c4
a_c2a_c3


   IL MODAIOLO

Prodotti per la prima colazione nei quali ci si occupa solo delle confezioni, in questo caso la collezione di plumcacke di Dolce e Gabbana, perché il prodotto interno non ha alcuna importanza.


a_m3



home italiano news chi siamo Alessandro Rossi Michele Mellara Francesco Merini Ilaria Malagutti progetti in sviluppo film di finzione film documentari progetti culturali il mammut contatti english